Torna alle News

18/06/2014

FOTOVOLTAICO PUNTA SU NUOVE TECNOLOGIE DA ACCUMULO

Consumare l'energia elettrica prodotta dal proprio impianto fotovoltaico, ovvero autoconsumo: ecco la parola d'ordine per rilanciare il settore nell'era post-incentivi. Per questo si guarda con grande interesse alle nuove tecnologie per l'accumulo, che apriranno nuove prospettive di mercato alle aziende italiane. Lo affermano gli esperti riuniti a Solarexpo-The Innovation Cloud 2014, la fiera internazionale sulle tecnologie energetiche d'avanguardia, a Milano fino al 9 maggio.

''La fine degli incentivi decretata la scorsa estate ha fatto registrare una flessione del fotovoltaico in Italia, ma il settore è ancora vitale'', ha affermato Stefano Besseghini, amministratore delegato di Rse. ''E' stato un passo di maturità un po' forzato, ma utile e positivo. Ora - aggiunge - bisogna cercare nuovi spazi, come quello offerto dalle batterie e dagli inverter integrati con accumuli per l'autoconsumo, che potranno diventare ancora più ampi grazie alla ricerca e all'abbattimento dei costi''.

Per rilanciarsi, gli operatori del settore devono puntare a nuovi modelli di business, per ''diventare consulenti energetici a tutto tondo'', capaci di confezionare soluzioni su misura per il cliente che vuole migliorare la propria efficienza energetica. Nel settore del fotovoltaico, ''che cuba il 7% del mercato elettrico italiano, la ricerca continua a giocare un ruolo decisivo nell'affiancare le imprese, soprattutto quelle piccole e medie - conclude Besseghini- nei processi di sviluppo tecnologico e di analisi degli scenari e delle opportunità''.

Fonte: Ansa.it, Scienza e Tecnica

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci ora