Torna alle News

20/05/2014

FOTOVOLTAICO, SÌ ALLA MANUTENZIONE

Il mercato del fotovoltaico in Italia sta cambiando volto: finita l'era degli incentivi, il vero business non è più nell'installazione degli impianti, ma nella loro gestione e manutenzione. A tratteggiare questa metamorfosi sono gli esperti della società Rse (Ricerca sul Sistema Energetico) in occasione della fiera internazionale sulle rinnovabili e l'efficienza energetica Solarexpo-The Innovation Cloud.

''Quello della gestione e manutenzione degli impianti è un mercato in crescita, che permetterà alle aziende del fotovoltaico di mantenere il loro livello occupazionale'', afferma Salvatore Guastella, ricercatore di Rse. ''In Italia il parco impianti fotovoltaici conta 550.000 unità per una potenza complessiva che ha superato i 17 Gigawatt: chi ha investito su questi impianti vuole mantenerli efficienti e, se possibile, migliorare le loro prestazioni''.

Per raggiungere questi obiettivi, bastano tre mosse. ''Il primo passo - spiega Guastella - consiste nel determinare lo stato di funzionamento dell'impianto: lo si può fare con un controllo periodico dei componenti, un vero e proprio 'tagliando' da fare una o due volte l'anno, oppure attraverso una verifica straordinaria (fatta da un soggetto terzo e indipendente) quando avviene un cambio di affidamento della gestione dell'impianto''.

Il secondo passo ''consiste nell'analizzare gli eventuali fenomeni di degrado dei moduli individuando le possibili soluzioni per fermarlo''. Il terzo passo, infine, ''consiste nello scegliere la metodologia di manutenzione da adottare: straordinaria solo a necessità, ordinaria e straordinaria programmata, ordinaria e straordinaria programmata e predittiva, cioè eseguita in modo da intervenire prima che i danni si verifichino. Sulla base della scelta - conclude l'esperto - verrà stipulato il contratto di gestione, manutenzione e mantenimento dell'impianto''.

Fonte: ANSA

Vuoi ricevere maggiori informazioni?
Contattaci ora